Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento e finalizzati a migliore l'esperienza di navigazione.
Cliccando su Accetta o proseguendo nella navigazione acconsenti all' uso dei cookie.

 


 Marano Vicentino – Domenica 27 luglio

[ FOTO DELL' EVENTO ]

“Il Pane è vivo” ha detto Ezio Testolin mentre preparava il pane in piazza, spiegando a passanti ed ospiti della cena le varie fasi di preparazione e cottura, “perchè cambia col clima, con gli ingredienti e le mani che lo lavorano, il tipo di calore del forno…”.

Obbiettivo raggiunto dallo staff del progetto Panis Marano: dare pari dignità anche al pane e la sua cultura, in un momento glamour, con la cena di gala preparata dai nostri chef stellati, da un’idea di Lorenzo Cogo, la ProMarano, i Commercianti.

Testolin e il collega Martino Faccin hanno sfornato circa 40 chili di pane, preparato con la farina macinata a pietra del mulino Quaglia e con un’impastatrice Pietroberto di Marano Vicentino.

Ai tavoli il pane è arrivato tagliato e collocato in sacchetti di carta che creavano un effetto piacevole sulla elegante tavola, dove i cuochi stellati han fatto arrivare piccole opere d’arte dalla cucina.

La sindaco Piera Moro ha voluto che il lavoro dei “fornari” fosse coprotagonista con quello dei cuochi di alta cucina e anche Antonio di Lorenzo alla fine ha applaudito il profumo del pane che ha accompagnato il saluto di Testolin  ai commensali.